Skip to Main Content
Levi, Ray & Shoup, Inc.

Buone prassi: ottimizzazione dell’infrastruttura di stampa

Language Options

Conosciamo tutti la regola: se qualcosa funziona, è meglio non cambiarla. Regola di vita personale, ma anche atteggiamento prevalente nelle organizzazioni. Quando si tratta di sistemi collaudati e funzionanti da anni, non ha molto senso cambiare per il solo gusto di cambiare. Ma considerando l’evoluzione della tecnologia, nel tempo, non sfuggono le possibili opportunità di miglioramento. Data la moltitudine di innovazioni continuamente immesse nel mercato, il come si fa da sempre, potrebbe non corrispondere più al come dovrebbe essere fatto.

Le organizzazioni di solito esaminano alcune aree, nell’ambito delle proprie Infrastrutture IT. Abbiamo partecipato spesso a iniziative di modernizzazione di ogni forma e dimensione; la maggior parte dovute alle complicazioni dei sistemi legacy, in termini di accesso e onerosità. Ma come suggerisce la parola legacy, questi sistemi hanno svolto un ruolo chiave nell’aiutare l’organizzazione a raggiungere gli ottimi risultati del passato. “Legacy” ha una connotazione positiva, include in sé un senso di storia e affidabilità.

Tuttavia per molte persone legacy è sinonimo di obsoleto. Gestire un’azienda moderna utilizzando sistemi collaudati ma datati potrebbe essere poco saggio e per questo abbiamo assistito molte aziende nella modernizzazione dei propri ambienti IT. Significa che abbiamo incoraggiato queste organizzazioni ad abbandonare i loro sistemi legacy? Niente affatto. Ma se ha senso farlo, non esitiamo a farlo presente.

Cavallo vincente non si cambia?

Quando si parla di sistemi legacy, si pensa subito al mainframe. Ma limitarsi a etichettare un sistema come legacy, non ne determina la scomparsa automatica dalle infrastrutture IT aziendali, come ha fatto notare il mio collega in un articolo precedente. Prendete ad esempio VPS, il prodotto più affermato della nostra suite di software, che migliora l’accesso e la gestione dei documenti generati dal mainframe. Alcune tra le maggiori organizzazioni del mondo vi fanno ancora affidamento, quotidianamente. Tuttavia per altri clienti, il costo della capacità MIPS del mainframe è troppo alto, e li abbiamo aiutati a ridurre i costi operativi eliminando dal mainframe alcune, molte o persino tutte le loro applicazioni. Ci limitiamo a seguire le indicazioni dei clienti e li assistiamo nella transizione, secondo il ritmo più appropriato.

Le tecnologie sono in costante evoluzione, e non è detto che quelle nuove siano sempre adottate, come si tende a pensare. Un buon esempio è la stampa senza server. Se potessi avere un dollaro per ogni cliente che ha segnalato un’infrastruttura IT con molti server di stampa, sarei milionario. A queste organizzazioni indichiamo la possibilità di un’infrastruttura IT più efficiente che non faccia affidamento sui server di stampa (Windows). In che modo? Esistono diverse possibilità, ad esempio la stampa a IP diretto e la configurazione SaaS. Potete scoprire qui alcune alternative ai server di stampa.

La trasformazione dell’infrastruttura di stampa

Un altro modo per ottimizzare l’infrastruttura di stampa è la standardizzazione aziendale. L’infrastruttura non si compone dei soli dispositivi di stampa, ma include ogni singolo elemento coinvolto, a partire dal comando di stampa fino alla consegna effettiva del file. Pensate alla rete, ai server di stampa, al software di gestione e naturalmente agli effettivi dispositivi di output. Un ambiente IT diventa più agile semplicemente istituendo un unico sistema per gestire tutti gli output da qualsiasi applicazione e piattaforma, e consegnandoli a qualsiasi destinazione. In effetti, la capacità di stampare “qualsiasi cosa, da qualsiasi luogo, a qualsiasi altro luogo” è il nostro forte, da oltre trenta anni. Offriamo un unico livello di software che controlla e gestisce tutta la produzione di output dell’azienda.

Questo tipo di soluzione offre numerosi vantaggi. Tra i più importanti, alleggerire i team addetti alle applicazioni dal doversi occupare di “semplici” problemi di stampa: perché anche un semplice problema di stampa può ostacolare la continuità dei processi aziendali. Persino un banale ticket dell’help-desk può arrivare al team delle applicazioni se all’origine vi è un’applicazione back-end.

Un altro vantaggio della gestione centralizzata dell’infrastruttura è la maggiore disponibilità di risorse di stampa per gli utenti finali. Per il reparto IT, questa centralizzazione offre visibilità e identificazione rapida, e facilita la risoluzione dei problemi, il tutto da un’unica interfaccia completa.

I vantaggi non sono pochi, e infatti diversi nostri clienti hanno ottenuto questi e altri risultati, potenziando la trasparenza e la gestione operativa dei propri sistemi legacy. Amministrano gli ambienti di output con una singola istanza del software LRS, il quale unifica o addirittura elimina tutti gli altri server di stampa. In genere le aziende non sono inclini a pubblicizzare i conti in bilancio, ma sappiamo di clienti che hanno risparmiato da centinaia di migliaia di dollari a molti milioni. I benefici che ne derivano sono direttamente proporzionali alla dimensione dell’organizzazione e quindi all’entità di trasformazione.

Pertanto, se la vostra infrastruttura di stampa è “vincente” ma trarrebbe comunque vantaggio da un upgrade, non rinunciate a esplorare le possibilità di miglioramento. Scoprite cosa hanno fatto le altre organizzazioni per trasformare tecnologie obsolete in soluzioni moderne, che porteranno benefici per molti anni ancora e capaci di adattarsi al futuro più facilmente rispetto alle attuali soluzioni, meno recenti e flessibili. Dice il saggio: cavallo vincente... comunque tienilo d’occhio.

Back to Posts