Skip to Main Content
Levi, Ray & Shoup, Inc.
Microsoft Print Spooler Vulnerability

Migrazioni degli archivi legacy e opportunità offerte

Language Options

Molti progetti che abbiamo intrapreso nel settore finanziario sono incentrati sull’ammodernamento, particolarmente per quanto riguarda le migrazioni degli archivi. L’uso continuo dei sistemi legacy può rivelarsi un ostacolo quando il cliente desidera utilizzare la sua infrastruttura informatica. Questo è particolarmente vero per gli ambienti che fanno affidamento sull’accesso flessibile a dati estremamente sensibili. Spesso, tale situazione sfocia nella decisione di ammodernare la struttura informatica e abbandonare completamente il mainframe oppure emigrare alcuni degli elementi dal mainframe ai sistemi aperti. Inoltre, lo smantellamento dei sistemi legacy aggiunge spesso mesi o persino anni al processo. Questo non sorprende affatto quando si considerano i molti decenni di utilizzo di tali sistemi e i vari requisiti di sicurezza e di governance dei dati da tenere in considerazione durante la transizione.

Perché dunque migrare gli archivi? Per due ovvie ragioni: migliorare l’accesso ai dati e ottenere risparmi in termini di costi. Al contempo, la protezione dei dati è un aspetto chiave di qualsiasi attività che inerisca le informazioni sui clienti. È qui che entra in gioco LRS. Il nostro cosiddetto approccio “olistico” ha aperto gli occhi a molti fornitori di servizi finanziari ed è il motivo che ci ha permesso di diventare consulenti di fiducia e partner ricorrenti nei progetti futuri dei clienti.

Ma facciamo un passo indietro ed analizziamo il significato della parola olistico. Per alcuni, non è che un altro termine alla moda usato tanto frequentemente quanto “agilità” o “senza soluzione di continuità”. Ma “olistico” è una parola che usiamo da molto tempo per contraddistinguere la nostra soluzione rispetto agli approcci più frammentati o compartimentalizzati di gestione dei documenti. Tendiamo a non considerare le diverse fonti di documenti, formati e destinazioni come isole di informazioni. La gestione olistica dell’output cerca di stabilire un unico modo per gestire i documenti generati da qualsiasi origine o fonte, inviati a qualunque piattaforma o dispositivo nel formato che risulti essere il migliore per un’organizzazione.

Come si applica questo principio ai servizi finanziari? Ci siamo resi conto che alcune organizzazioni finanziarie possiedono strutture IT frammentate, suddivise e gestite da uffici diversi. Tali aziende possono trarre enorme beneficio da un approccio più olistico. Cerchiamo di concepire una soluzione che si adatti perfettamente ai requisiti unici del cliente. A titolo di esempio, ecco tre progetti di ammodernamento nel settore finanziario e bancario nei quali questo approccio olistico ha prodotto risultati eccezionali:

  1. Un erogatore di prestiti per studenti voleva sostituire la sua soluzione di archiviazione legacy e trasferire oltre 4 milioni di relazioni conservate sul mainframe. Il fattore tempo era di importanza essenziale perché il progetto di migrazione iniziava soltanto 6 mesi prima che l’azienda effettuasse un ingente pagamento per la manutenzione della sua soluzione mainframe legacy. Le valutazioni iniziali hanno rivelato che oltre alla soluzione di archiviazione sul mainframe, l’azienda utilizzava anche un modulo di archiviazione nel suo ambiente di sistemi aperti. Implementando la soluzione PageCenterX di LRS, ha potuto evitare di spendere milioni di dollari per la manutenzione del sistema legacy nonché per le risorse mainframe (per es., MIPS) necessarie per elaborare milioni di relazioni sul mainframe. L’approccio olistico di LRS ha anche aiutato il cliente a consolidare i documenti dell’archivio esterno al mainframe in un unico ambiente.
  2. Un fornitore B2B di informazioni e dati analitici finanziari aveva in progetto di trasferire l’hosting delle applicazioni dal mainframe a un sistema distribuito. Aveva deciso di mantenere tutto il software esistente e di migrarlo semplicemente su un’altra piattaforma (un approccio spesso chiamato “lift and shift”). Nelle fasi iniziali del progetto, LRS si era concentrata sul miglioramento della stampa e non sugli archivi dei documenti, ma abbiamo notato come i nostri prodotti potevano offrire la gestione centralizzata di tutto l’output di contabilità fiscale e di rendicontazione in formato cartaceo ed elettronico del cliente. Questo approccio consultativo ha portato l’azienda a implementare un soluzione olistica sia per la gestione della stampa che per l’archiviazione di documenti elettronici.
  3. Un fornitore non profit di servizi sanitari e pensionistici si trovava sotto pressione per minimizzare i costi operativi, e aveva deciso di non utilizzare più il proprio mainframe. LRS fu contattata per supervisionare il processo di migrazione degli archivi legacy. Ci siamo ben presto resi conto di lavorare con cinque diverse soluzioni di visualizzazione e archiviazione, ed abbiamo proposto al cliente di consolidare questi diversi apparecchi di conservazione dei dati in un unico archivio PageCenterX. I vantaggi in termini economici non erano ovvi perché tutte e cinque le risoluzioni esistenti erano già state pagate; tuttavia, da un’analisi più dettagliata sono emersi i potenziali risparmi risultanti dall’adozione di una soluzione di archiviazione unica. Un migliore accesso degli utenti ai file riservati e la riduzione delle risorse informatiche per mantenere gli archivi duplicati erano gli aspetti chiave che avrebbero permesso di ottenere i potenziali risparmi.

È tutt’altro che insolito, per le grandi aziende, lavorare in modo compartimentalizzato, e a volte per motivi più che validi. LRS non cerca mai di confondere le linee di demarcazione quando esse hanno uno scopo, ma spesso questi “compartimenti” non fanno altro che rallentare i processi aziendali e comportano notevoli costi di manutenzione di sistemi e soluzioni multipli. Pertanto, quando ci rendiamo conto del chiaro vantaggio offerto dalla centralizzazione della gestione dell’output, ne spieghiamo i benefici al cliente.

Come si evince dagli esempi precedenti, ascoltiamo attentamente le esigenze dei clienti ma siamo sempre alla ricerca di modi per migliorare i processi aziendali. Cerchiamo di presentare una visione olistica della gestione dell’output a chi è in grado di comprenderla. Questo approccio, con il tempo, ci ha permesso di diventare un partner di fiducia, e le nostre relazioni con i clienti durano ormai da decenni, non solo per poche settimane o mesi. Ci impegniamo a migliorare la nostra attività e i nostri prodotti proprio come fanno i nostri clienti, le cui circostanze sono sempre mutevoli. Man mano che essi evolvono, siamo al loro fianco per osservare, ascoltare e offrire la nostra assistenza. Lavorando insieme, le possibilità sono illimitate.

Back to Posts