Skip to Main Content
Levi, Ray & Shoup, Inc.

Il capo branco

Language Options

Quando si è leader di un segmento di mercato le aspettative sono sempre alte. Le aziende leader creano una visione e una roadmap per tutti gli attori del mercato, clienti e concorrenti. Nessuna azienda riesce a guadagnare e mantenere la pole position senza eccellere in qualcosa... e in modo costante. Il mercato giudica la qualità e il valore in modo feroce e senza compromessi e ciò che funzionava ieri, domani è già dimenticato. Per sopravvivere e prosperare a lungo, bisogna affrontare le tendenze principali del mercato, adattandosi e modificando le proprie strategie costantemente. 

Recentemente IDC ha pubblicato un rapporto sul mercato della gestione dell’output nel mondo: “Worldwide Output Management Software Market Shares, 2015: Cloud and Mobile Technologies Stabilize Growth” (maggio 2016). La sintesi del report di IDC, disponibile da questo link, riporta i paragrafi di seguito:

“L’uso di software di gestione dell’output a supporto della forza lavoro mobile continua a essere un fattore di stabilizzazione, e sempre più aziende cercano soluzioni per distribuire in modo efficiente e sicuro le informazioni aziendali attraverso diversi tipi di dispositivi.

Allo stesso tempo, la crescente accettazione e la rapida proliferazione delle tecnologie mobile e cloud nell’impresa continuano a impattare sul mercato del software di gestione dell’output. Tali tecnologie avanzate sono sempre più sfruttate dagli utenti aziendali per creare e visualizzare le informazioni da più canali e su dispositivi diversi, in tempo reale e indipendentemente dal luogo. Molto probabilmente, la distribuzione automatizzata online dei documenti consentirà alle organizzazioni IT di creare ambienti favorevoli per il risparmio operativo, la produttività delle persone, l’esperienza del cliente e la riduzione della carbon footprint. Pertanto, nonostante il trend al ribasso dei volumi di stampa nelle imprese, la necessità di una consegna efficiente, affidabile e vantaggiosa continua a crescere.

Fornitori come Levi, Ray & Shoup (LRS), che hanno punti di forza in queste aree di crescita, hanno realizzato un aumento della domanda e della quota. Altri, a causa di difficoltà di ordine geopolitico e valutario, hanno invece subito una serie di rallentamenti, in particolare in Europa orientale, Russia ed Europa occidentale.”

LRS ha dovuto affrontare le stesse problematiche geopolitiche e valutarie dei concorrenti? Assolutamente sì. Ma grazie al nostro migliore posizionamento, abbiamo potuto offrire ai clienti prodotti e servizi dal valore aziendale più elevato. È l’unica cosa che può fare un’azienda di successo che si trovi ad affrontare difficoltà del mercato impossibili da controllare.

Più avanti nel rapporto, IDC commenta i fornitori che hanno influito in modo importante :

“Nel 2015, Levi, Ray & Shoup (LRS) ha registrato una crescita del 4,2% e con una quota complessiva pari al 12,2%, si è dimostrata leader del mercato per il software di gestione dell’output. LRS ha tratto vantaggio dalle funzionalità del software LRS Enterprise Output Server VPSX® per supportare la gestione dell’output da diverse applicazioni o piattaforme, quali applicazioni legacy mainframe, sistemi di cartelle cliniche elettroniche per il settore sanitario, ambienti applicativi SAP e applicazioni di Microsoft Office. Inoltre con Mobile Connector e VPSX Print per iOS, l’azienda ha abilitato la stampa da dispositivi mobili. E non è tutto. Il recentissimo Virtual Session Printer Agent (VSPA) for VPSX consente di semplificare la stampa in ambienti desktop virtuali, ottimizzando al contempo la sicurezza, la flessibilità e il controllo dei documenti condivisi.”

Tutto ciò in pratica riassume il motivo per cui, da oltre trent’anni, LRS mantiene un ruolo dominante in questo mercato di nicchia: nuovi prodotti e soluzioni capaci di affrontare i nuovi problemi del settore. Si tratta di un approccio marketing di base, sostenuto dallo sviluppo dei prodotti.

Concorrenza, nuove tendenze, tecnologie dirompenti e incertezze geopolitiche sono sicuramente minacce potenziali. Ma l’autocompiacimento è una minaccia ancora più pericolosa, perché inizia e si sviluppa all’interno, spesso senza farsi notare. Mai sentirsi completamente soddisfatti e mai compiacersi della situazione corrente: le cose possono cambiare, e anche rapidamente. Più facile a dirsi che a farsi, ma ormai ci siamo abituati. Noi giochiamo sul lungo periodo. E la partita è iniziata. 

Back to Posts